Residence L'Aquila

L'Aquila (IPA: /ˈlakwila/, , precedentemente Aquila fino al 1863 e Aquila degli Abruzzi fino al 1939) è un comune italiano di 69 648 abitanti, capoluogo dell'omonima Provincia e della regione Abruzzo.

Soprannominata la "Regina degli Appennini", è posta nell'entroterra abruzzese sul declivio di un colle, alla sinistra del fiume Aterno, in posizione predominante rispetto al massiccio del Gran Sasso d'Italia, l'omonima conca e la Valle dell'Aterno, su una superficie comunale di 467 km² che, su scala nazionale, la pone al nono posto per ampiezza, suddivisa in 59 tra quartieri e frazioni (vedi elenco), parte del territorio comunale è compreso nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ed alcuni punti superano abbondantemente i 2.000 metri di quota. La città è sede di Università e di enti ed associazioni che la rendono vivace sotto il profilo culturale, contando una presenza giornaliera sul territorio di quasi 100.000 persone per studio, attività terziarie, lavoro e turismo. Alla città è stato dedicato un asteroide, 7499 L'Aquila.

L'Aquila ha antiche origini sabino-vestine nei nuclei di Amiternum e Forcona. Dopo la caduta dell'Impero romano d'Occidente, intorno alla "conca aquilana" si formarono piccoli agglomerati urbani, detti "castelli", che decisero la fondazione della nuova città nel 1254, secondo la leggenda, mentre secondo altri sarebbe nata intorno al 1230 col patrocinio di Federico II di Svevia, e distrutta una prima volta nel 1259 da Manfredi di Sicilia. La città ebbe notevole sviluppo nel Medioevo, sotto il controllo della famiglia Camponeschi, e nel 1424 riuscì a resistere al terribile assedio di Braccio da Montone, poiché la città si era schierata contro Napoli per la sua fedeltà angioina. Durante l'epoca del Feudalesimo dal Medioevo al 1806, la città vantava una economia propria di pastorizia, artigianato e oreficeria, ed era stazione di passaggio durante la transumanza, con il Regio tratturo L'Aquila-Foggia, percorso da pastori e pellegrini religiosi. Sotto il dominio asburgico nei secoli XVI-XVII visse un periodo altalenante di crescita economica, fino alla decadenza, profondamente segnata dal terremoto del 1703. Riebbe uno sviluppo economico e culturale soltanto nell'Ottocento.

La città è molto famosa per i personaggi di Pietro da Morrone (Papa Celestino V

...scopri di più

© 2017 Geobox.it - Partita IVA 02207230463